Edilizia scolastica, 16 milioni per riqualificare accademie d’arte e conservatori

Pubblicato il 29/05/2018

29/05/2018 – In arrivo 16 milioni di euro per la riqualificazione edilizia ed energetica e la messa in sicurezza antisismica degli edifici delle istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica.

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DM 6 aprile 2018 del Ministero dell’Economia e delle Finanze. Oltre al contributo diretto di 16 milioni di euro alle istituzioni, che servirà a coprire gli oneri degli interventi dal 2016 al 2019, il decreto disciplina anche la stipula di mutui, di durata pari a 26 anni a decorrere dall’anno 2020. Gli oneri di ammortamento dei mutui saranno coperti, per 4 milioni di euro all’anno, con risorse del Miur.

Riqualificazione e antisismica, gli interventi ammessi

I finanziamenti copriranno gli interventi su Accademie statali delle Belle Arti, Conservatori di musica statali, Istituti statali per le industrie artistiche, l’Accademia nazionale di danza e l’Accademia nazionale di arte drammatica.

Con la stipula dei mutui si potranno finanziare interventi di costruzione, ristrutturazione, miglioramento o adeguamento sismico, efficientamento energetico. Ammessi anche interventi di ampliamento o nuova costruzione.

Oltre alle spese per la realizzazione dei lavori, sono finanziabili quelle per le forniture necessarie alla realizzazione del programma, gli impianti, gli arredi e le attrezzature, nel limite del 10% del costo complessivo, a condizione che siano inerenti alla funzionalità degli immobili.

I finanziamenti coprono inoltre le spese tecniche, cioè progettazione esecutiva, progettazione e coordinamento per la sicurezza, direzione dei lavori, collaudo, validazione, ecc.

Le spese per imprevisti non possono eccedere il limite del 10% del costo totale.

Per essere ammessi al finanziamento, ai programmi deve essere allegato un progetto almeno di livello definitivo.